Le 5 invenzioni di Leonardo da Vinci che hanno rivoluzionato la tecnologia

È passato da poco il 2 maggio 2019, data del 500esimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci. Personalità che ha fatto la storia del nostro paese, figlio di un notaio, Piero da Vinci, e di una contadina, Caterina, è nato appunto a Vinci, vicino Firenze. Ha studiato e lavorato a Milano, Roma, Bologna, Venezia e poi anche in Francia. Fu pittore eccellente, come possiamo apprezzare dalla famosissima Gioconda, ma fu soprattutto inventore: sono oltre 13.000 le pagine di appunti e schizzi, molti dei quali sono stati scoperti solo dopo la sua morte, avvenuta il 2 Maggio 1519.

Alcune di queste hanno rivoluzionato il futuro progresso tecnologico, vediamo quali

1 MACCHINA VOLANTE

Senza dubbio il progetto più ambizioso e famoso di Leonardo Da Vinci. I suoi modelli erano per lo più basati sul volo dei pipistrelli, degli aquiloni e degli uccelli. Dotato di grande spirito di osservazione e di immaginazione Da Vinci provò a tradurre quello che vedeva nel mondo animale nel mondo degli oggetti: il progetto vedeva un telaio di legno con un’apertura alare superiore a 33 piedi (10 metri), le ali erano fatte di seta fine per fare una membrana leggera ma robusta mentre lo spazio per il pilota sarebbe stato ricavato da una tavola al centro. Per alimentare le ali, il pilota doveva pedalare una manovella che si muoveva su una serie di aste e pulegge

2 IL VEICOLO CORAZZATO

Grande passione di Leonardo Da Vinci fu anche il mondo delle armi e delle macchine da guerra, alle quali lavorò ricevendo una borsa di studio da parte del duca di Milano, che doveva difendere la città dagli assedi francesi. L’idea di Da Vinci fu quella di un veicolo blindato dotato di armi e in grado di muoversi in qualsiasi direzione. Praticamente un moderno carroarmato. Dotato di cannoni leggeri disposti su una piattaforma circolare con le ruote che permette di coprire una visuale a 360 gradi, il tutto era coperto da coperchio di protezione, ispirato ad un guscio di tartaruga.

LEGGI ANCHE  Colpi di genio, ecco le invenzioni del futuro

3 MITRAGLIATRICE

Se i cannoni del tempo davano problemi di tempo e di velocità, Leonardo da Vinci inventò una pistola a 33 canne, tutte collegate ad una singola piattaforma girevole, con la possibilità di essere caricate contemporaneamente e di sparare a rotazione.

4 SCAFANDRO

Una vera e propria muta da sub, che poteva essere utilizzata nella distruzione di navi nemiche, soprattutto quelle contro Venezia. Fatto di pelle di cinghiale trattata con olio di pesce, la muta era in grado di respingere l’acqua. Il casco aveva occhiali di vetro e un respiratore ricavato da una vasca di bambù.

5 ROBOT

Il progetto più pazzesco però fu quello di un vero e proprio robot umanoide. Rivestito di armatura medievale e risalente al 1495, fu presentato al duca di Milano con la capacità di stare in piedi, sedersi e alzare la visiera grazie ad un sistema robotico azionato da una serie di pulegge, ingranaggi, manovelle e cavi.

Insomma Leonardo da Vinci aveva visto il futuro. Anche 500 anni fa.