Rivoluzione social, quali squadre in Italia investono (e crescono) di più

Il calcio ormai è un’industria, è merchandising, è marketing. È immagine. E nell’era dei social network tutte le squadre devono sapersi offrire, devono saper parlare con il proprio tifoso, o meglio, con il proprio cliente. Anche nel nostro calcio avviene la stessa cosa. Dalle prime della classifica fino alle ultime posizioni.

Un esempio virtuoso è senza dubbio la Roma di James Pallotta, che ha aperto su Twitter, Instagram e Facebook tantissimi canali ufficiali nelle diverse lingue del mondo: dal brasiliano all’inglese, passando per il turco, lo spagnolo, il cinese, l’arabo e l’indiano.

Tra le squadre che stanno crescendo di più sui social c’è però ovviamente la Juventus. Sarà stato l’effetto dell’arrivo di Cristiano Ronaldo ma l’impatto sui numeri dei followers, soprattutto quello relativo ad Instagram, è qualcosa di altamente sensibile. L’incremento dopo l’acquisto del fuoriclasse portoghese è stato clamoroso: oggi 31 milioni di utenti seguono l’account bianconero, mentre a luglio 2018, nei giorni prima dell’ufficializzazione dell’arrivo di Ronaldo dal Real Madrid, la quota era di circa 10 milioni. A dicembre 2018, i bianconeri avevano già superato i 20 milioni di follower. Numeri che prendono rilievo se rapportati a quelli di CR7: l’account ufficiale dell’attaccante conta infatti 181 milioni di follower, e dopo Kylie Jenner e Ariana Grande è il terzo nella classifica delle celebrità più seguite. A luglio, uno studio del sito web Hopper aveva calcolato che ogni post di Ronaldo ha un valore commerciale di 874mila euro, mentre Neymar e Messi si fermerebbero a ‘soli’ 647mila euro e 581mila euro.

Numeri che fanno capire e spiegano il travaso verso il profilo IG della Juventus, che ha completato l’operazione-Ronaldo per ragioni sportive, ma anche per rafforzare l’immagine e l’appeal del suo brand sui mercati internazionali e sui social. Obiettivo raggiunto visti i 31 milioni di follower Instagram che fnno diventare la Juventus terza nella classifica dei club con seguito social. Superato il Manchester United, da tempo sul podio dietro gli inarrivabili Real Madrid e Barcellona: il club merengue ha 76,6 milioni di follower, quello catalano si “ferma” a 76,1 milioni.

LEGGI ANCHE  10 cose che non fai più nell'era digitale

Ma in Italia non c’è solo la Juventus. Prendete il Cagliari, ad esempio, squadra medio piccola protagonista di una crescita clamorosa. La top10 delle squadre più seguite sui social in Serie A si conclude proprio con la squadra sarda, che vanta 934 mila seguaci divisi tra Youtube, Instagram, Follower e Facebook. Nel mirino c’è il Torino, che la precede con 1 milione e 110 mila seguaci, e il Bologna, a 1.33 milioni. E che l’attenzione al mondo social sia sempre più alta ce lo dice anche la qualità e la quantità di ciò che si condivide. Prendiamo come campione solo Facebook: negli ultimi 28 giorni sono stati pubblicati 147 post, di cui 73 immagini e 44 video (tra cui quelli bellissimi per presentare Nainggolan e Nandez), con una frequenza di 6 post al giorno, che generano una media di 140 mila mi piace.