Dal 2010 ad oggi, un decennio di tecnologia

Dicembre 2019, è tempo di bilanci, di somme, di statistiche. È tempo di guardarci alle spalle e vedere cosa abbiamo seminato, quanto è cambiato il mondo. In questo senso ci può dire moltissimo la tecnologia: se il domani sarà dominato dalle Intelligenze Artificiali, il passato di cosa è stato fatto?

Negli ultimi dieci anni sono stati tanti i passi in avanti del settore tecnologico, cerchiamo di rivivere insieme le tappe fondamentali di questa crescita.

Droni

Gli anni Dieci passeranno alla storia come gli anni del boom dei Droni, i sistemi aeromobili a pilotaggioremoto, capaci di scattare foto e fare video dal cielo. Fotogiornalismo, monitoraggio ambientale, situazioni di emergenza, e primi test per consegne di pacchi.

Streaming musicale

Era impossibile, fino a qualche anno fa, pensare a un altro modo di ascoltare la musica. Invece il presente parla Spotify, Deezer, Beats, Rhapsody, solo per citare alcuni dei servizi per ascoltare canzoni via web. Questi sono gli anni in cui lo streaming traina il settore della musica digitale, con ricavi in crescita del 20%.

Instagram

Dal 2012 il mondo dei social network ha conosciuto un nuovo protagonista, destinato a farla da padrone per chissà quanti altri anni. Stiamo parlando di Instagram, il ocial della fotografia, della fotografia più bella, dei selfie, del raccontare tramite un’immagine e successivamente video e stories, un momento della propria vita reale. L’applicazione web, sviluppata da Kevin Systrom e Mike Krieger, fu lanciata il 6 ottobre 2010 e oggi è tra i primi 3 social per iscritti.

Ipad

Entrato in scena nel 2010, l’Ipad Apple fu presentato da Steve Jobs, che era ancora in vita. Ad accoglierlo una serie di critiche e di scetticismo. Invece quel dispositivo cambiò un intero mercato creandone uno nuovo. Uno strumento completo con un display in grado di essere utilizzato in ogni possibile contesto. in grado di fare foto, di utilizzare tutte le app customizzate e di riprodurre musica. Oggi a distanza di 10 anni è ancora il tablet più venduto al mondo.

LEGGI ANCHE  L'uso di Internet e dei dispositivi mobili riduce il consumo di droghe

Netflix

Se è cambiato il mondo della musica, non poteva non succede la stessa cosa al mondo del cinema e delle serie tv. L’anno della rivoluzione è stato il 2016 quando arrivarono Apple TV e Google Chromecast.  22 ottobre del 2015, il popolare servizio di streaming di serie TV e film on demand, fu rilasciato anche in Italia. Compatibile con tanti modelli di smart tv, ma utilizzabile anche con una console gioco (Xbox, PlayStation, Nintendo Wii U), lettori Blu-Ray, Apple Tv, Chromecast e ovviamente i vari dispositivi mobile quali smartphone e tablet, Netflix fece il botto proprio nel 2016 rispondendo alle esigenze di carattere commerciale volte ad offrire contenuti ai propri utenti nello stesso momento e su diverse piattaforme. Alla fine del 2016 Netflix si affermava come leader del settore on demand avendo: 93,8 milioni di abbonati (con 19,0 milioni di nuove attivazioni nette contro le 17,4 milioni nel 2015), 8.3 miliardi di ricavi (+35% annuo) e con utili pari a 188 milioni (+54%).